Alcune regole per mantenere la calma e vivere in serenità.

Proteggere i ragazzi: è bene che i genitori rispondano sempre alle domande, soprattutto per correggere le tante informazioni allarmistiche in circolazione.

Dare sicurezza attraverso l’esempio e spiegando la situazione sempre con parole chiare e dirette: l’esempio che i genitori possono dare ai bambini e ai ragazzi è fondamentale. Mostrarsi sicuri e sereni è importantissimo. La cosa migliore è spiegare la situazione chiaramente trasmettendo il messaggio che tutto ciò che di incontrollabile ci ha cambiato la vita, è gestibile seguendo le regole.

Ascoltare: mai come in questo momento i genitori devono prestare attenzione alle richieste e domande dei figli; dedicare loro tempo, pur nel rispetto dei reciproci impegni e attività.

Costruire insieme una nuova e diversa quotidianità: affiancare a e aiutare i ragazzi a seguire una nuova routine giornaliera, strumento far comprendere che l’isolamento non è una “vacanza”. Aiutarli nelle video lezioni proposte dalla scuola e lasciare il resto allo svago.

Sì a smartphone e computer: è un bene ricorrere alle nuove tecnologie per ridurre il periodo di isolamento totale. E’ importante che i ragazzi continuino comunque a veder e sentire amici e compagni.

Chiedi aiuto a un professionista in caso di gravi disagi.

A cura delle psicologhe dell’Età Evolutiva Francesca Maisano e Veronica Molla di liberaMente